eventi

Segui le attività, le iniziative e gli appuntamenti del PON Per la Mia Scuola

Daniele

Daniele

Martedì, 18 Febbraio 2020 00:00

10.1.1A-FSEPON-PU-2017-216

Lo studio del cyberbullismo è diventato per gli studenti dell'Istituto Romanazzi di Bari un modo per prendere parte alla realizzazione di un vero e proprio cortometraggio, allo scopo di raccontare alcune delle dinamiche più oscure di questo fenomeno.
Si è partiti dalla considerazione che nel contesto attuale, l’utilizzo della rete e dei cellulari è divenuto il primo modo di comunicare tra i giovani. Di conseguenza, anche alcune forme di aggressione avvengono innanzitutto attraverso i social media. Diversi studi evidenziano come il cyberbullismo sia altamente correlato al bullismo in ambito scolastico: spesso ne è la continuazione oppure una rappresaglia alle violenze subite tra i banchi.
L'Istituto barese ha, con questo progetto, voluto riconoscere che il cyberbullismo si impone ormai come emergenza educativa per il mondo scolastico. E con questa azione progettuale ha voluto contribuire alla prevenzione e alla lotta di tutte le forme di violenza che si verificano nella sfera pubblica o privata, compreso il fenomeno del bullismo giovanile, declinato nella variante cyber, resa più complessa e accessibile grazie ai servizi online interattivi (e-mail, chat, instant messaging) e telefoni cellulari.
L’azione formativa costruita ha risposto all’esigenza di stimolare la discussione per capire in che modo gli studenti percepiscano il fenomeno del cyberbullismo e quali siano le loro abitudini nell’uso di telefonini e computer.
Questo ha consentito di tutelare i giovani e promuovere le loro capacità assertive, imparando a rispettare le opinioni e i sentimenti altrui mediante la realizzazione di Video Spot Pubblicità Progresso alla cui realizzazione peraltro, hanno partecipato attivamente.

Venerdì, 07 Febbraio 2020 00:00

10.1.1A-FSEPON-SI-2017-145

La reinterpretazione scenica del cyberbullismo in un progetto che ha dato vita ad un prodotto cinematografico che ha vinto il prestigioso riconoscimento del Ciak Film Fest nel 2018.

Un progetto nato per avvicinare gli allievi alla studio dell’italiano con un approccio non formale, anzi...proprio "informale", proponendo esperienze laboratoriali in cui i ragazzi sono diventati protagonisti/giornalisti in un percorso di editoria scolastica digitale.

I ragazzi coinvolti hanno realizzato dei quaderni monotematici, scegliendo di volta in volta nuovi argomenti da valorizzare: la letteratura, l’attualità, la legalità, l’ambiente.

Fra questi macro temi, il cyberbullismo è stato oggetto di una vera e propria sceneggiatura per uno spot sociale, dal titolo "Sussura il tuo battito condiviso" in cui italiano, fotografia e cinematografia si sono andate integrando nella redazione di uno spot sociale.

Venerdì, 14 Febbraio 2020 00:00

10.2.5A-FSEPON-SI-2018-42

La vita di Giovanni Verga che si intreccia con la magnificenza dei borghi marinari catanesi.

Il modulo Il verismo verghiano oggi: I borghi marinari catanesi, realizzato dai ragazzi dell'Istituto Karol Wojtyla di Catania, ha avuto per oggetto la ricostruzione della cultura dell'epoca e un'analisi del rapporto di Giovanni Verga con la sua terra, attraverso la visita dei suoi luoghi letterari: la casa del nespolo e il borgo di Acitrezza, la fontana de 'I Malavoglia', i borghi marinari di San Giovanni Li Cuti e di Ognina, il palazzo della famiglia Trao a Vizzini, la Cunziria e il museo Verga, le chiese di Santa Chiara, di San Benedetto e la Casa museo di Giovanni Verga.
Durante il corso sono stati utilizzati testi e fotografie dell'autore, filmati dell'epoca, testimonianze degli abitanti, interviste, riviste e lavori di ricerca in piccoli gruppi.
Il lavoro ha portato alla realizzazione di una guida digitale attraverso la tecnologia del Virtual Tour, che grazie all’unione di fotografie panoramiche, restituisce una riproduzione a 360° dei luoghi ed ambienti legati allo scrittore.
La guida virtuale è disponibile a questo link

Sabato, 15 Febbraio 2020 00:00

10.8.1.B2-FESRPON-CA-2018-86

Scriveva nel 1932 il rev. Scotto “La storia di Procida è storia marinara, storia di remi e di vele, storia di lenze e di reti, storia di pesce e di traffico marittimo”.

Oggi la realtà sociale soffre per una grave situazione di disagio giovanile, a cui si tenta di rispondere con un’offerta formativa inclusiva e proiettata nel mondo del lavoro.

A tutt’oggi l’economia dell’isola si basa principalmente sul lavoro marittimo che permette uno standard di vita medio-alto.

Per Procida l’amore e il rispetto del mare non rientrano solo in una dimensione economica, ma sono dei veri e propri stili di vita. Lo sa bene anche l’Istituto Nautico Caracciolo che ospita, accanto al preesistente laboratorio di macchine, un simulatore nave elettrica e un simulatore RADAR, acquistati nell’ambito di un finanziamento FESR del PON sui laboratori innovativi. E cosa c’è di più innovativo se non la creazione nella scuola di una perfetta realtà virtuale con strumentazioni che, una volta diplomati, gli studenti troveranno a bordo delle navi?

Il laboratorio realizzato simula una engine room reale in modo da creare un ambiente complessivo di apprendimento aderente a quello lavorativo, tale che i giovani studenti votati a rispettare la tradizione locale, siano pronti a mettere al servizio della comunità le più moderne nozioni dell’arte della navigazione.

Martedì, 10 Marzo 2020 00:00

10.8.1.B2-FESRPON-VE-2018-36

Dal 2010 il Marconi di Padova è l’unico Istituto del Triveneto ad aver ottenuto l’opzione “Conduzione del mezzo aereo” in cui sono approfondite le tematiche relative al trasporto aereo e dal 2012 l’istituto ha anche ottenuto il riconoscimento dell’Ente Nazionale Aviazione Civile (ENAC) per il conseguimento della licenza FISO.

Dal 2016 l’istituto è socio fondatore dell’ITS “Marco Polo” di Venezia (Logistica portuale e aeroportuale, Settore ferroviario).

Questa decisa inclinazione verso la formazione dei profili professionali da impiegare nel settore aeronautico ha portato a sentire l’esigenza di un'area di simulazione per il controllo del traffico aereo integrata con postazioni per il pilotaggio di aeromobili. Riproducendo il traffico aereo presente in aerovia, in avvicinamento e in aerodromo, gli studenti hanno potuto acquisire le competenze necessarie alla gestione del traffico aereo e in particolare di quello aeroportuale

Strategico il partenariato con Enav nell’ambito dell’indirizzo Logistica e Trasporti, che ha consentito agli studenti coinvolti di sostenere l’esame di operatore FISO presso una commissione dello stesso ENAC.

Lunedì, 20 Gennaio 2020 00:00

10.2.5A-FSEPON-CL-2018-58

Il percorso formativo sviluppatosi all’interno di questo modulo progettuale è partito dallo studio delle forme dell’arte per poi arrivare ad un vero processo guidato di riqualificazione di un’area adibita a cortile antistante all’edificio scolastico in un giardino topiario all’italiana. Le realizzazioni sono state grafiche, plastico-manuali e pittoriche.

Così, le tecniche artistiche e i principi di restauro hanno consentito ai ragazzi dell’Istituto di Praia a Mare di fare uno sforzo di ispezione del loro spazio, progettando, insieme alla docente di Arte, forme di integrazione tra arte e ambiente e scoprendo forme geometriche legate ad ambienti architettonici e paesaggistici che hanno anche costituito il pretesto per un lavoro cooperativo di approfondimento.

Venerdì, 15 Novembre 2019 00:00

10.2.2A-FSEPON-MA-2017-36

Il progetto è stato costruito a partire dalla consapevolezza che migliorare e approfondire le competenze chiave degli allievi in campo scientifico, matematico e linguistico è necessario per garantire lo sviluppo di una solida formazione iniziale che non solo riesca a compensare gli svantaggi culturali, economici e sociali ma soprattutto contribuisca alla loro crescita come individui e come cittadini.

In particolare il modulo dedicato alle competenze scientifiche si è strutturato con una forte valenza empirica che ha consentito anche di coinvolgere maggiormente gli alunni, attratti sia dalla sperimentazione sul campo, ma anche dalla tematica oggetto di indagine, la quale li riguardava da vicino, essendo legata alla loro appartenenza territoriale.

Il modulo di scienze invece ha riguardato lo studio di una molecola fondamentale: l’acqua. Il lavoro è stato finalizzato all’individuazione dello stato ecologico dei fiumi della zona di Camerino, dove sono stati effettuati dei prelievi delle acque, a cui ha fatto seguito l'analisi dei campioni prelevati nel laboratorio della scuola. L'intero processo si è concluso con una completa valutazione dei dati sull’inquinamento, permettendo di definire i livelli di contaminazione dei due fiumi analizzati.

Il progetto, dopo una prima fase teorica svolta in aula, ha previsto una fase laboratoriale, con gli stessi studenti coinvolti nell’effettuazione di prelievi e campionamenti nei siti di indagine per indagare la salute delle acque.

Dopo i prelievi effettuati sui corsi d’acqua del territorio, i giovani liceali si sono recati presso l’impianto di depurazione delle acque reflue e di trattamento rifiuti liquidi di San Severino Marche, alla scoperta del trattamento delle acque reflue domestiche ed urbane mediante l’impiego dei fanghi attivi.  L’8 febbraio 2019 gli alunni si sono recati nello stabilimento di imbottigliamento dell'Acqua Rocchetta presso Gualdo Tadino. Un’uscita in linea con gli argomenti del progetto, che hanno spaziato dagli aspetti chimici dell’acqua fino all’inquinamento dei fiumi e dei ruscelli delle zone intorno Camerino.

I ragazzi si sono dedicati alle analisi chimico-biologiche, presso il laboratorio di scienze del Liceo, e poi presso i laboratori dell’Università di Camerino.

Alla fine gli studenti hanno rielaborato i dati ottenuti ed hanno prodotto una relazione finale con relativo poster scientifico.L’acquisizione del metodo scientifico ha consentito di potenziare l’analisi critica dei giovani.

 

Venerdì, 15 Novembre 2019 00:00

10.6.6A-FSEPON-LA-2017-53

Un progetto che si è rivelato una grande testimonianza di rete e collaborazione.

L’Istituto Superiore Biagio Pascal di Roma in collaborazione con i ricercatori del CNR e dell'Istituto Superiore di Sanità, ha coinvolto circa 30 studenti che hanno sperimentato la tecnica del fitorisanamento per bonificare alcuni siti contaminati da arsenico nel comune di Vetralla (VT). Oggetto della formazione una particolare tecnica che utilizza le piante per accumulare l’arsenico contenuto in terreni, acqua e aria, così da restituire un corretto stato ecologico ai siti contaminati. Il fitorimedio, ossia l’utilizzo delle piante per decontaminare i suoli, è una tecnologia alternativa, ecologica ed economicamente sostenibile, che gli studenti si sono affascinati ad apprendere.

Ogni studentessa e studente nel corso delle 120 ore di durata del modulo ha fatto un'esperienza di lavoro nei laboratori di ricerca presso l’IBPM del CNR e dell'ISS, impegnati da anni in tematiche di risanamento ambientale.

La filiera è stata organizzata effettuando la crescita delle piante su terreno contaminato presso l’IBPM-CNR e la parte riguardante le analisi chimiche del suolo e dei tessuti vegetali nei laboratori dell’ISS.

 

 

Venerdì, 15 Novembre 2019 00:00

10.2.5A-FSEPON-PU-2018-207

Il progetto degli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale di Racale, rivolto al “Rafforzamento delle conoscenze del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico”, è stato finalizzato alla costruzione di un itinerario multimediale attraverso il patrimonio storico culturale del paese salentino. Una sequenza di immagini interattive accompagnano lo spettatore alla scoperta del centro storico.
Nell’ottica dell’educazione alla cittadinanza attiva, è infatti necessario sensibilizzare le nuove generazioni alla conoscenza del patrimonio del proprio territorio, perché imparino ad apprezzarne la bellezza e si impegnino a preservarla, attraverso ogni forma possibile di tutela e valorizzazione delle particolarità e dell’unicità dei beni materiali e immateriali che la storia locale ha saputo produrre. Tra le attività del progetto, gli studenti hanno dapprima reperito informazioni e testimonianze, anche visive, sul patrimonio locale, consultando la Biblioteca Comunale, e osservando e fotografando il centro storico durante le uscite.

Le informazioni raccolte dai singoli gruppi di osservazione sono state così rielaborate per poi assemblare i lavori di restituzione.

 

Venerdì, 15 Novembre 2019 00:00

10.2.5C-FSEPON-CA-2018-31

“Cos'è per te la bellezza?”: il team di Officinae Efesti è partito da questa domanda per indagare la relazione fra estetica, territori periferici e le umanità che li abitano, facendo della periferia uno spazio emozionale, luogo privilegiato per le attività di promozione culturale.

Sono così state ideate una serie di attività culturali e didattiche per le periferie urbane, quali luoghi deputati ad accogliere e far crescere le progettualità culturali del futuro: esplorazione e mappatura dei territori attraverso il digital mapping, promozione e marketing del turismo sostenibile, indagine sulle ritualità campane, scoperta della sartoria d'eccellenza, digitalizzazione archivi, progettazione culturale, prassi antropologica teatrale. 

Attraverso laboratori interdisciplinari, incontri ed esplorazioni del patrimonio culturale, il progetto La Grande Bellezza ha coinvolto bambini e giovani dell’ICS Aldo Moro di Casalnuovo di Napoli, l’ICS Don Milani Capasso di Acerra, la Scuola Media Caporale di Acerra, il Liceo Artistico Majorana di Pozzuoli, costruendo una grande comunità territoriale formata da famiglie, artigiani, enti locali e imprenditori.

660 ore di laboratori formativi e 600 allievi  fra alunni delle scuole elementari, medie e superiori, coinvolti in un progetto dunque multidisciplinare che ha inteso rafforzare il legame tra i giovani e il territorio, ridando vita al patrimonio abbandonato, promuovendo il turismo sostenibile, eleggendo la periferia a spazio geografico ed emozionale dove condurre le attività di promozione culturale.

Il progetto si è sostanziato in quattro restituzioni pubbliche in forma di parata, che hanno attraversato contesti urbani e sociali oggetto dell'azione di valorizzazione.

Pagina 8 di 11